Craft Room

Qualche giorno fa vi ho fatto vedere il restyling del mio piano di lavoro .

Di solito è un caos, ma nel disordine non si lavora bene ed ho deciso che era arrivato il momento di organizzare meglio il mio spazio.

In realtà ho riorganizzato l’intera stanza, ma per ora vi parlerò del piano di lavoro.

I miei fidati compagni

Cosa non può mancare sul mio piano di lavoro?

I cinque oggetti in foto che uso per qualsiasi creazione.

  • Partendo dall’alto troviamo il tappetino in silicone che rappresenta il mio piano d’appoggio un po’ per tutto : per il taglio dei materiali, per la preparazione e l’assemblaggio. E’ un formato medio, un A3.
  • Il piano in vetro di Tim Holtz. Piano in vetroQuesto lo uso principalmente per timbri e colorazione. E’ utile sia per mischiare i colori, sia per evitare di sporcare ovunque : il piano in vetro si pulisce molto facilmente. Essendo anche esteticamente bello, a volte lo uso come sfondo per le foto.
  • Big shot. Bé, che dire… lei non ha bisogno di presentazioni. E’ l’anima del mio lavoro, la uso praticamente per ogni cosa. Adesso sono passata alla plus perchè ha un piano più ampio e riesco a fustellare più figure contemporaneamente.
  • Blocco appunti. Ultimamente sto uscendo dalla mia zona di confort, sto imparando ad usare nuovi materiali e tecniche perciò un foglio a portata di mano per segnarmi i passaggi o le misure è fondamentale. Ho scelto questo blocco Ikea perchè, come vedete, ha due comode ‘tasche’ in cui poter riporre il necessario per scrivere (altrimenti sarei sempre a cercarlo ).
  • Ultima, ma non meno importante, è la tasca in silicone.Tasca porta oggetti in silicone Non è fissata in alcun modo al tavolo, rimane semplicemente ferma stile ventosa. E’ nata come porta pisolata a caldo, io la uso un po’ per tutto : pistola a caldo, embosser e qualsiasi oggetto con cui sto lavorando per averlo a portata di mano, una sorta di porta oggetti.

Con questa organizzazione passo molto meno tempo a cercare ciò che mi serve e ho sempre in ordine gli strumenti che uso maggiormente.

L’obiettivo adesso è conservare l’ordine

Articoli correlati