Posso farlo anche io!

Quante volte, guardando gli oggetti in vendita nei negozi o nei mercatini abbiamo pensato : “Carino! Ma cosa ci vuole,posso farlo anche io!”.
Certo. . . forse . . . dipende.
In linea di massima tutti abbiamo il potenziale di fare tutto.
Ci sarà chi è più dotato,chi dovrà impegnarsi e informarsi,ma tutti ci possiamo provare.
Provare però non vuol dire riuscire.
Come per ogni cosa dietro all’oggetto più semplice c’è progettazione,ci sono prove cestinate,ci sono strumenti e sopratutto c’è la capacità di riconoscere i propri limiti.

Oggi voglio presentarvi lo strumento che per primo (e ancora oggi è il mio preferito) mi ha aiutato in questa mia attività :
BIG SHOT.

La Big Shot è una pressa manuale grazie alla quale,con un sistema di piani,pad e rulli, si possono tagliare diversi materiali grazie a forme metalliche.
E’ una macchina prodotta dalla Ellison .

Potete trovare diversi formati attualmente 4 misure, (alcuni modelli sono colorati, altri bianchi e grigi come la mia, in ogni caso questo è solo un dettaglio estetico che non c’entra niente con le proprietà funzionali della macchina) ciò che realmente fa la differenza è:

la dimensione dell’imbocco in cui inserire i tappetini e gli adattatori;
gli accessori in dotazione;
la presenza o meno dello starter Kit.

MISURE

La misura piccola è la Big Shot Foldaway Machine.
Quest’ultima nata ha la particolarità di essere richiudibile. E’ piccola e maneggevole,adatta a chi ha poco spazio.
Misure macchina chiusa: 15,9 x 26,7 x 20,3 cm
Misure macchina aperta: 35 x 33 x 20,3 cm
L’apertura utile è di 16 cm, per esperienza vi consiglio di utilizzare materiali con una larghezza massima poco più piccola dell’apertura (15 cm in questo caso)
E’ compatibile con la gran parte delle fustelle sul mercato, fanno eccezione le fustelle BIGZ PLUS, BIGZ PRO e tutte le fustelle/embossing folders più grandi di 16 cm.
E’ possibile usare tutte le carte da scrapbooking in formato 6″ x 6″ (15 cm x 15 cm)

La misura standard è la Big Shot.
Ha le stesse misure di lavoro della precedente,ma non è richiudibile.
L’apertura utile è di 16 cm, per esperienza vi consiglio di utilizzare materiali con una larghezza massima poco più piccola dell’apertura (15 cm in questo caso)
E’ compatibile con la gran parte delle fustelle sul mercato, fanno eccezione le fustelle BIGZ PLUS, BIGZ PRO e tutte le fustelle/embossing folders più grandi di 16 cm.
E’ possibile usare tutte le carte da scrapbooking in formato 6″ x 6″ (15 cm x 15 cm)
Con queste misure esiste anche la Big Shot Express ovvero elettrica! Basta premere un pulsante per azionare la fustellatrice.

La misura media è la Big Shot PLUS
L’apertura utile è di 22,5 cm,quindi si può lavorare con materiale in formato A4.
Con questa macchina è possibile utilizzare anche tutte le fustelle e le embossing folders in formato A4 e le BigZ Plus (ma non le fustelle BigZ PRO) e le carte da scrapbooking in formato 8″ x 8″ (20 cm x 20 cm)

La misura grande è la Big Shot Pro
L’apertura utile è di 32 cm
Con questa macchina è possibile utilizzare quindi tutte le fustelle esistenti sul mercato (o almeno tutte quelle delle marche che conosco) inoltre il formato grande permette di utilizzare tutte le carte commercializzate per lo scrapbooking che hanno la dimensione standard di 12″ x 12″ (30,5 cm x 30,5 cm)

DOTAZIONI DI BASE

La Big Shot e la Big Shot PLUS hanno già nella dotazione di base 2 “cutting pads” (piani da taglio) ed i tappetini adattatori che permettono l’utilizzo sia di fustelle alte, sia di fustelle sottili, sia di embossing folders, mentre la Big Shot PRO nella dotazione di base ha la possibilità di utilizzare soltanto le fustelle più alte, ha inoltre soltanto 1 “cutting pad” (piano da taglio). Per rendere la Big Shot PRO compatibile con tutte le fustelle ed embossing folders è necessario acquistare anche il “Sizzix Big Shot Pro Accessory – Solo Platform, Shim & Wafer Thin Die Adapter”; una coppia supplementare di cutting pads invece non è essenziale anche se consigliata, basta rivolgere la lama delle fustelle sempre verso il piano da taglio in dotazione (se utilizzate la bigshot PRO per schiacciare e pressare vari materiali, soprattutto se appuntiti come per esempio tappi di bottiglia metallici, è necessario acquistare anche i cutting pads supplementari perché ne servono 2 per fare il sandwitch senza rovinare i tappetini adattatori).

STARTER KIT

La Big Shot e la Big Shot PLUS hanno la possibilità di essere acquistate con lo Starter KIT, che include molti accessori e strumenti di vario tipo con un supplemento che è piccolissimo se confrontato con il valore del materiale incluso (fustelle alte, fustelle sottili, embossing folders, carte da scrapbooking, tappetini adattatori supplementari)

Al momento esistono diverse marche che producono fustelle utilizzabili con la Big Shot così da avere una scelta veramente ampia,e,come molte cose ormai,si possono trovare anche fustelle non di marca su siti come Aliexpress e Wish (il risparmio c’è,ma i tempi di attesa lunghi e sopratutto il non imballaggio del prodotto non rendono questi siti il veicolo principale per l’acquisto,almeno per quello che mi riguarda).

Io ho iniziato con la Big Shot standard compresa di starter kit (che consiglio vivamente perchè,oltre ad aiutare chi è alle prime armi,spesso comprende fustelle e materiali non acquistabili singolarmente) per poi passare alla versione più grande,la Plus.

Non potrei creare senza lei,è un aiuto prezioso,è resistente e semplice da usare. L’unico aspetto negativo è lo spazio,perchè si tratta di una macchina veramente grande.

Questa è la pagina video di Sizzix, guardatene qualcuno per farvi un’idea,ma vi assicuro che non vi pentirete dell’acquisto.

Ci sono delle controindicazioni però . . . le nuove fustelle vengono messe in vendita molto frequentemente e le troverete tutte bellissime,ma non lasciatevi prendere dall’entusiasmo del momento!

New entry

Per fare seriamente qualcosa bisogna mettersi di impegno,non farsi abbattere dalle prime difficoltà e avere i giusti alleati.

Quest’anno ho deciso di acquistare un plotter (tipo una stampante che al posto di stampare ritaglia).

Ci sono voluti mesi per capire quale fosse non il migliore,ma quello che facesse di più al caso mio.

Cricuit air: personalmente la ritengo la migliore come taglio.Purtroppo non esistono ancora rivenditori italiani perciò non c’è assistenza e,cosa che personalmente volevo evitare avendo già la Big Shot e scatole di fustelle, lavora con cartucce.

Scanncut: secondo me è una buona macchina,comprabile in Italia che non ha bisogno di essere collegata a computer perché già dotata di uno schermo. Purtroppo il prezzo è altino perciò l’ho scattata.

Silhouette: questa marca ha 3 diversi plotter che lavorano con file scaricabili dallo store (la maggior parte disponibili a 0,89€).

  1. Curio : taglia ma soprattutto incide ed embossa. Avendo già la Big Shot non mi interessava.
  2. Cameo : 2 o 3. Buon compromesso con gli altri 2 plotter sopra descritti. Compatta,molti accessori,piano di lavoro ampio (30’x30′)
  3. Portrait : la ‘piccolina’ di casa. Piano di lavoro 8’x12′ ma con tanti accessori (la maggior parte compatibili con la Cameo)

Io ho scelto la portrait perché era un buon compromesso tra qualità e costo. Tenendo anch epresente che con Silhouette devi anche ‘studiare’ un po’,usi i file tramite un programma di grafica semplice,ma non così intuitivo. Considerando anche che la lama (esclusa la Cameo 3 che ce l’ha automatica) va sistemata a mano a seconda delle impostazioni di taglio ma anche del materiale usato,della grammatura e a volte anche della marca che si usa.

Per le mie necessità la Portrait va più che bene,in futuro poi si vedrà.

Ecco il mio nuovo aiutante 

E alcune cose che mi ha aiutato a fare 

So già che faremo grandi cose insieme!