Creatività come stile di vita

Non sono mai stata una compratrice compulsiva. Sì, ho un sacco di materiali e strumenti, ma rispetto ad altre creative che conosco ne ho veramente pochi. Se poi pensiamo che uso materiali anche molto diversi tra loro per creare, dovrei avere la casa invasa. Se andate a vedere un qualsiasi negozio on line di materiale per craft troverete una sezione solo per le forbici, ad esempio. Ne esistono di tantissimi modelli e dimensioni, più grandi ,pi affilate, con la lama più o meno sottile . . . Ecco, io ne uso solo 2 paia. Ne vorrei altre? Certo che sì, ma riesco a lavorare con le classiche forbici da sarta senza problemi.

Ogni tanto capita che mi renda conto (proprio mentre sono nel mezzo di una creazione) di non avere uno strumento che avrebbe potuto semplificare il lavoro ma, non avendo un negozio sotto casa in cui andare a fare rifornimento devo adattarmi.

Ed è in questi momenti che il lato creativo viene fuori veramente 🙂

Non è successo anche a voi di non avere quell’attrezzo in casa e di dover trovare una soluzione alternativa per rimediare a qualcosa?

Stamani a me è capitato.

Venerdì ho ricevuto degli stampi di Silikomart per un nuovo progetto che ho deciso di provare stamani. Gli stampi sono più bassi di quanto mi aspettassi e usare il solito metodo di riempimento non sarebbe andato bene perciò ho pensato ad un’altrenativa: perchè non provare con una bottiglietta di plastica?

stampi per gesso a cuore
Stampi Silikomart e bottiglietta di plastica

 

Essendo degli stampi veramente bassi e con diversi particolari forse sarebbe stato meglio un contenitore con il beccuccio, ma anche la bottiglietta ha fatto il suo lavoro.

Riempita con la quantità d’acqua che mi occorreva e messa la polvere di gesso con l’aiuto di un imbuto, mi è bastato tappare la bottiglietta, agitare e dosare la giusta quantità in ogni stampo, livellando alla fine il tutto. I gessetti stanno sempre seccando, ma credo che il metodo bottiglietta diventerà il mio preferito e dirò addio a ciotola e cucchiaio.

E’ tempo di . . . cerimonie!

Organizzare? Sì,grazie!

Che apparteniate alle persone che iniziano ad organizzare 1/2 anni prima o che faccia tutto all’ultimo, questo post fa per voi!

Comunione o Cresima?

Visto che battesimo ne abbiamo già parlato qui , adesso parleremo di comunioni e cresime e vi darò alcuni consigli sull’organizzazione.

Semplicità

Questa, secondo me, dovrebbe essere la parola d’ordine per qualsiasi cerimonia vogliamo organizzare. Attenti perciò agli eccessi e ricordiamoci che i protagonisti sono i bambini/ragazzi : gli inviti in pizzo e gli abiti pomposi lasciamoli ai matrimoni.

Colori

Diciamo sì ai colori! 

Via libera a giallo,verde,arancione,blu . . .

Semplicità,non serietà

Addobbi alternativi

Scegliamo palloncini e ghirlande di carta: semplici,ma colorate per rendere ancora di più allegra l’atmosfera!

Tema

Perchè non scegliere un filo conduttore da poter utilizzare anche per inviti e decorazioni così da rendere il tutto più personale?

mare,sport,personaggi dei fumetti o dei cartoni . . .

Guestbook

E’ sempre un bel ricordo leggere gli auguri o i pensieri che parenti e amici lasciano il giorno della cerimonia.

Anche per il guestbook potrete seguire il tema (ad esempio se scegliete il calcio potrete fare un guestbook a forma di pallone).

Regali fatti a mano

Un regalo fatto a mano può non essere sempre apprezzato, ma chi lo realizza ha messo più passione ed impegno (e spesso ha anche speso di più) di chi compra qualcosa nei negozi.

Ecco un’idea carina per un piccolo regalo per la mamma,per la collega, per la vicina . .. Un vasetto decorato con piantina.

Questo regalo è altamente personalizzabile dalla decorazione del vaso alla pianta/fiore che si sceglie.

 

Occorrente

– vaso di coccio o alluminio
– vernice
– protettore
– decorazioni varie
– terriccio
– pianta
– cannuccia
– cartoncino

Tempo di lavorazione : 2 giorni (per asciugatura vernice)

 

Come si realizza?

Prendete un vaso di coccio o di alluminio.

Se volete date una mano di vernice coprente.
Decorate basandovi sui gusti della persona che riceverà il regalo.
Date una mano di protettore (anche una semplice lacca per capelli andrà bene).
Una volta decorato il vasetto potrete passare ad interrare la pianta scelta.
Adesso non vi basta che incollare un piccolo cartoncino a cui avrete dato la forma desiderata e scrivere un messaggio o il nome della pianta.
Il vaso è pronto per essere consegnato!

Vi lascio alcuni spunti

Festa del Papà

Mancano 10 giorni alla Festa del Papà ed ecco qualche idea se ancora non avete comprato nessun regalo.

Martello per i papà amanti del bricolage (con possibilità di personalizzazione)
 
Una classica cornice che però può essere personalizzata come più vi piace

   
Cassetta degli ‘attrezzi’. Un pacco regalo con gli alimenti che più piacciono al vostro papà.

Oppure potete prenderlo per la gola con un bel dolce o,come vuole qui la tradizione,delle frittelle di riso