Perchè Handmade?

Negli ultimi anni è scoppiata la moda dell’handmade, ovvero del produrre a mano oggetti che possiamo trovare in commercio. L’handmade si può trovare in tanti settori e a diversi livelli.

Artigiani : chi lo fa per lavoro

Hobbisti : creare,partendo da un bene già esistente, oggetti e venderli in modo sporadico

Creativi : chi realizza oggetti nuovi (operatori del proprio ingegno)

Si inizia per molti motivi : per passione, per passatempo, per una necessità . . . E si continua se si hanno riscontri.

Spesso il ‘fatto a mano’ non è apprezzato e in molti credono che basti poco per riprodurre un oggetto visto su una bancarella,ma cosi non è. C’è tempo, tentativi sbagliati,materiale buttato ma sopratutto tanto amore.

Come ho già raccontato qualche post fa io ho iniziato per ‘necessità’: non trovavo inviti che mi piacessero.

Perchè ho continuato?  Perchè mi piace creare un oggetto in partenza semplice, come possono essercene mille, ma aggiungere quel tocco personale che ti fa capire che sia stato creato pensando proprio a quella persona.

E cosa c’è di più bello di ricevere in regalo o comprarsi qualcosa che parla proprio di te?

L’ultimo oggetto è fresco, consegnato ieri.

L’altra settimana avevo caricato una foto degli ultimi portachiavi nati in casa Sasiki. Una persona mi ha contattata perchè le erano piaciuti ma voleva aggiungere qualche dettaglio per renderli perfetti per chi li avrebbe ricevuti.

Così . . .

Da un’idea all’oggetto finito
Happy Birthday Emma!

Gennaio inizia con un giorno importante per me : il compleanno della mia secondogenita.

La piccoletta di casa (che adesso è ‘Grandicella’ a suo dire), quest’anno ha compiuto 6 anni e come non farle una festa come si deve?

Il tema era scontato. Ormai da un paio di anni tengono banco le LOL Surprise. Era quindi inevitabile che sarebbero state presenti al compleanno.

Gli addobbi che ho realizzato sono molto semplici, ma hanno comunque stupito le invitate.

Ecco un collage di una parte di ciò che ho creato:

– centrotavola

– pignatta

– decori vari

– banner e festoni personalizzati

Il tutto è stato abbastanza semplice da realizzare tranne la pignatta che ha impiegato un po’ del mio tempo.

Alla fine la festa è stata un successo e le invitate si sono portate via qualche addobbo-ricordo.

Halloween

Halloween è una festa che ai bambini piace molto perché parla di mostri,pipistrelli e fantasmi.

Ecco un’idea per come passare questi pomeriggi di pioggia : la ragnatela

Occorrente :

Bastoncini di legno

Tempera

Colla a caldo

Spago

Prima di tutto dipingere i bastoncini (se non avete le tempere potete colorarli con i pennarelli o i pastelli a cera). Usate i colori di Halloween nero,viola o arancione.

Quando sono asciutti disponeteli ad asterisco e incollateli nel punto centrale

A questo punto prendete lo spago (non sapendo quanto ne serva non tagliatelo) e avvolgetelo,partendo dall’interno, intorno ad ogni bastoncino poi passate a quello accanto.

Più avvolgere,più la ragnatela sarà fitta.

Adesso non rimane che appenderle 😊

Stamp platform

Un paio di anni fa arrivo una novità che sembrava destinata a cambiare molte cose nel paper craft, ma di invenzioni veramente rivoluzionare ne capitano poche.

Questa devo ammettere che,a suo tempo, non la presi molto in considerazione… poi inizia ad usare i timbri.

Fare una timbrata non è difficile. All’inizio devi prenderci un po’ la mano, ma è semplice.

Ai classici timbri con supporto in legno si sono aggiunti quelli in gomma o celar stamp che, per essere utilizzati hanno bisogno di essere attaccati ad un supporto rigido (nello specifico un blocco di plexiglas alcuni cm più grade del timbro).

Tutto molto bello se non fosse che per una timbrata venuta male era probabile dover buttare tutto il lavoro. Spesso il timbro non era ben inchiostrato e, o avevi la mano super ferma oppure una seconda passata potevi scordartela.

Poi è arrivata la ‘piattaforma di stampo’ e tutto divento più semplice.

Scegli il foglio e posizioni i timbri ‘a faccia in giù’ ovvero con la parte liscia rivolta verso l’altro. La piattaforma è composta da due parti : una magnetica dove mettere il foglio che è tenuto fermo da due calamite,l’altra è una griglia trasparente di plastica su cui si attaccano i timbri.

La mia è artigianale, non sono proprio economiche e, non essendo molto convinta della sua utilità, ho preso una cornice con cerniera,un foglio magnetico e me la sono creata Come vedete è molto vissuta eppure ce l’ho solo da 5/6 mesi.

È formato A4, quelle in commercio solitamente sono quadrate.

Dopo averla provata posso affermare che se usate i timbri (anche se poco) è un acquisto consigliato e vale il prezzo che costa.

Gli indispensabili : tappetino da taglio

Riprendiamo i nostri martedì in cui parliamo di accessori e strumenti.

Oggi voglio parlarvi dei tappetini da taglio.

I tappetini da taglio sono forse l’accessorio meno acquistato eppure molto importanti. I tappetini da taglio ci aiutano nel nostro lavoro sopratutto perchè, indipendentemente dalla vostra postazione, offrono un piano di appoggio e lavoro idoneo e funzionale.

Solitamente i tappetini sono verdi (per non affaticare la vista) e hanno stampato sopra un reticolo in cm e/o pollici insieme ad altre figure utili (cerchi,angoli…). Sono in gomma perciò resistenti e lavabili.

Tra i vari modelli esistono i tappetini autorigeneranti : il taglio ‘si cicatrizza’. Naturalmente se si tratta di un taglio largo e profondo il miracolo non esiste,ma quei normali taglietti che capita ogni volta di fare non lasciano traccia quando torneremo a lavorare sul nostro tappetino.

Personalmente ritengo che un A3 (45×30) dia una buona superficie di lavoro e che si tratti sicuramente della misura base per un tappetino funzionale. Se sapete di fare lavori grandi andate direttamente ad un A2 senza problemi, ma, anche se create solo oggetti della grandezza di una card non prendetene uno più piccolo dell’A3.

Io ho questo Ansio A3 e mi trovo molto bene.

Tornare

Sono stata assente per un po’ e mi scuso, ma a volte ti ritrovi in un turbine di accadimenti e lasci indietro qualcosa.

Questa volta è toccato a Sasiki.

Ho avuto solo il tempo di sfornare un paio di creazioni (etichette per la scuola a parte) e ve ne mostro una di cui vado particolarmente fiera : è un augurino con tasca creato per un battesimo.

E’ un augurino composto :

busta spessorata tenuta chiusa da un nastro con interno decorato che contiene un augurino con due tasche, una per contenere una card regalo, una per una tag con augurio.

E’ il primo esperimento così complesso, solitamente le mie creazioni sono più lineari e meno decorate, ma ho voluto fare qualcosa di diverso.

Da oggi sarò più presente e vi ricordo che . . . 11 settimane a Natale!

A presto.