Posso farlo anche io!

Quante volte, guardando gli oggetti in vendita nei negozi o nei mercatini abbiamo pensato : “Carino! Ma cosa ci vuole,posso farlo anche io!”.
Certo. . . forse . . . dipende.
In linea di massima tutti abbiamo il potenziale di fare tutto.
Ci sarà chi è più dotato,chi dovrà impegnarsi e informarsi,ma tutti ci possiamo provare.
Provare però non vuol dire riuscire.
Come per ogni cosa dietro all’oggetto più semplice c’è progettazione,ci sono prove cestinate,ci sono strumenti e sopratutto c’è la capacità di riconoscere i propri limiti.

Oggi voglio presentarvi lo strumento che per primo (e ancora oggi è il mio preferito) mi ha aiutato in questa mia attività :
BIG SHOT.

La Big Shot è una pressa manuale grazie alla quale,con un sistema di piani,pad e rulli, si possono tagliare diversi materiali grazie a forme metalliche.
E’ una macchina prodotta dalla Ellison .

Potete trovare diversi formati attualmente 4 misure, (alcuni modelli sono colorati, altri bianchi e grigi come la mia, in ogni caso questo è solo un dettaglio estetico che non c’entra niente con le proprietà funzionali della macchina) ciò che realmente fa la differenza è:

la dimensione dell’imbocco in cui inserire i tappetini e gli adattatori;
gli accessori in dotazione;
la presenza o meno dello starter Kit.

MISURE

La misura piccola è la Big Shot Foldaway Machine.
Quest’ultima nata ha la particolarità di essere richiudibile. E’ piccola e maneggevole,adatta a chi ha poco spazio.
Misure macchina chiusa: 15,9 x 26,7 x 20,3 cm
Misure macchina aperta: 35 x 33 x 20,3 cm
L’apertura utile è di 16 cm, per esperienza vi consiglio di utilizzare materiali con una larghezza massima poco più piccola dell’apertura (15 cm in questo caso)
E’ compatibile con la gran parte delle fustelle sul mercato, fanno eccezione le fustelle BIGZ PLUS, BIGZ PRO e tutte le fustelle/embossing folders più grandi di 16 cm.
E’ possibile usare tutte le carte da scrapbooking in formato 6″ x 6″ (15 cm x 15 cm)

La misura standard è la Big Shot.
Ha le stesse misure di lavoro della precedente,ma non è richiudibile.
L’apertura utile è di 16 cm, per esperienza vi consiglio di utilizzare materiali con una larghezza massima poco più piccola dell’apertura (15 cm in questo caso)
E’ compatibile con la gran parte delle fustelle sul mercato, fanno eccezione le fustelle BIGZ PLUS, BIGZ PRO e tutte le fustelle/embossing folders più grandi di 16 cm.
E’ possibile usare tutte le carte da scrapbooking in formato 6″ x 6″ (15 cm x 15 cm)
Con queste misure esiste anche la Big Shot Express ovvero elettrica! Basta premere un pulsante per azionare la fustellatrice.

La misura media è la Big Shot PLUS
L’apertura utile è di 22,5 cm,quindi si può lavorare con materiale in formato A4.
Con questa macchina è possibile utilizzare anche tutte le fustelle e le embossing folders in formato A4 e le BigZ Plus (ma non le fustelle BigZ PRO) e le carte da scrapbooking in formato 8″ x 8″ (20 cm x 20 cm)

La misura grande è la Big Shot Pro
L’apertura utile è di 32 cm
Con questa macchina è possibile utilizzare quindi tutte le fustelle esistenti sul mercato (o almeno tutte quelle delle marche che conosco) inoltre il formato grande permette di utilizzare tutte le carte commercializzate per lo scrapbooking che hanno la dimensione standard di 12″ x 12″ (30,5 cm x 30,5 cm)

DOTAZIONI DI BASE

La Big Shot e la Big Shot PLUS hanno già nella dotazione di base 2 “cutting pads” (piani da taglio) ed i tappetini adattatori che permettono l’utilizzo sia di fustelle alte, sia di fustelle sottili, sia di embossing folders, mentre la Big Shot PRO nella dotazione di base ha la possibilità di utilizzare soltanto le fustelle più alte, ha inoltre soltanto 1 “cutting pad” (piano da taglio). Per rendere la Big Shot PRO compatibile con tutte le fustelle ed embossing folders è necessario acquistare anche il “Sizzix Big Shot Pro Accessory – Solo Platform, Shim & Wafer Thin Die Adapter”; una coppia supplementare di cutting pads invece non è essenziale anche se consigliata, basta rivolgere la lama delle fustelle sempre verso il piano da taglio in dotazione (se utilizzate la bigshot PRO per schiacciare e pressare vari materiali, soprattutto se appuntiti come per esempio tappi di bottiglia metallici, è necessario acquistare anche i cutting pads supplementari perché ne servono 2 per fare il sandwitch senza rovinare i tappetini adattatori).

STARTER KIT

La Big Shot e la Big Shot PLUS hanno la possibilità di essere acquistate con lo Starter KIT, che include molti accessori e strumenti di vario tipo con un supplemento che è piccolissimo se confrontato con il valore del materiale incluso (fustelle alte, fustelle sottili, embossing folders, carte da scrapbooking, tappetini adattatori supplementari)

Al momento esistono diverse marche che producono fustelle utilizzabili con la Big Shot così da avere una scelta veramente ampia,e,come molte cose ormai,si possono trovare anche fustelle non di marca su siti come Aliexpress e Wish (il risparmio c’è,ma i tempi di attesa lunghi e sopratutto il non imballaggio del prodotto non rendono questi siti il veicolo principale per l’acquisto,almeno per quello che mi riguarda).

Io ho iniziato con la Big Shot standard compresa di starter kit (che consiglio vivamente perchè,oltre ad aiutare chi è alle prime armi,spesso comprende fustelle e materiali non acquistabili singolarmente) per poi passare alla versione più grande,la Plus.

Non potrei creare senza lei,è un aiuto prezioso,è resistente e semplice da usare. L’unico aspetto negativo è lo spazio,perchè si tratta di una macchina veramente grande.

Questa è la pagina video di Sizzix, guardatene qualcuno per farvi un’idea,ma vi assicuro che non vi pentirete dell’acquisto.

Ci sono delle controindicazioni però . . . le nuove fustelle vengono messe in vendita molto frequentemente e le troverete tutte bellissime,ma non lasciatevi prendere dall’entusiasmo del momento!

Tempo di … mettersi in gioco!

Come avrà notato chi mi segue suo vari social ( FacebookInstagramTwitter) da qualche mese potete toccare con mano le mie creazioni.


Da Marzo ho deciso di dare una spinta in più a Sasiki partecipando ad alcuni mercatini dell'artigianato aperti agli hobbisti.Per il momento si tratta di mercatini della mia zona per una questione di praticità.

Cosa trova chi passa a trovarmi?

Gran parte delle creazioni che trovate bello shop ma anche altri oggetti,alcuni creati ad box per i mercatini con un tema.
Avrete la possibilità di visionare un ampio campionario e di richiedere ordini personalizzati.
Da parte mia ci sarà il piacere di fare quattro chiacchiere con voi .

Ringrazio chi è passato a trovarmi,chi ha fatto acquisti e aspetto tutti prossimamente!

Handmade

Tempo fa ho spiegato come ho iniziato a creare oggetti,oggi voglio raccontarvi il perché.

Non vi è mai capitato di spulciare ogni negozio,sito,catalogo alla ricerca dell’oggetto giusto?

Non troppo colorato,non troppo bianco,con qualche scritta ma non troppe,magari con una certa immagine…? 

Certo che si,capita a tutti di immaginarsi un oggetto ed avere la pretesa di trovarlo proprio come noi l’avevamo pensato ma,si sa, è un’impresa quasi impossibile.

A me è successo principalmente con le partecipazioni per il nostro matrimonio.

Sapevamo di non volere:

– modello classico

– carta tradizionale 

– stile troppo formale o troppo scherzoso

Alla fine troviamo su internet un paio di modelli (americani) che ci piacciono,introvabili in Italia ed impensabile farli fare all’estero perciò decisi per l’handmade.

Faticoso,per niente economico,tantissimo tempo per arrivare al prototipo perfetto ma una volta finite siamo rimasti senza parole: praticamente perfette,rendevano in pieno l’idea di noi e del nostro matrimonio.

In commercio si trovano tanti inviti,partecipazioni,addobbi ed oggetti vari molto belli,economici e non scadenti,ma non saranno mai come il fatto a mano.

Nel fatto a mano possiamo mettere veramente una parte di noi e chi riceverà l’oggetto capirà che è stato fatto proprio pensando a lui (e non parlo della semplice personalizzazione con nome o età).

Purtroppo non molte persone apprezzano il fatto a mano. C’è un pensiero molto diffuso secondo il quale se è fatto a mano non costa molto.

L’errore è grande in quel pensiero. Gli oggetti handmade sono pezzi unici,molti materiali che in tanti apprezzano o strumenti per tecniche particolari sono acquistati direttamente dall’America dove il fatto a mano è tenuto molto in considerazione.

Non creiamo prodotti seriali in mille copie dove si può attutire il costo,ogni bigliettino,vestito,borsa è stata prodotta in pezzo unico pensando ad un certo tipo di persona.

Questo è ciò che amo e per chi continuerò a creare.

Buone vacanze!

Ogni tanto riesco a intersecare questa mia passione con il lavoro che faccio,con passione,nella realtà. 

Questa volta l’occasione si è presentata con il regalo di fine anno. Insieme alle colleghe si è deciso di regalare ai bambini di classe un cd con un video delle varie esperienze fatte durante questo anno scolastico e mi sono occupata del confezionamento. 

Qualche foglio fantasia,le mie fidate big shot e silhouette portrait,colla ed io gioco è fatto : tante envelope box!

E’ tempo di . . . cerimonie!

Organizzare? Sì,grazie!

Che apparteniate alle persone che iniziano ad organizzare 1/2 anni prima o che faccia tutto all’ultimo, questo post fa per voi!

Comunione o Cresima?

Visto che battesimo ne abbiamo già parlato qui , adesso parleremo di comunioni e cresime e vi darò alcuni consigli sull’organizzazione.

Semplicità

Questa, secondo me, dovrebbe essere la parola d’ordine per qualsiasi cerimonia vogliamo organizzare. Attenti perciò agli eccessi e ricordiamoci che i protagonisti sono i bambini/ragazzi : gli inviti in pizzo e gli abiti pomposi lasciamoli ai matrimoni.

Colori

Diciamo sì ai colori! 

Via libera a giallo,verde,arancione,blu . . .

Semplicità,non serietà

Addobbi alternativi

Scegliamo palloncini e ghirlande di carta: semplici,ma colorate per rendere ancora di più allegra l’atmosfera!

Tema

Perchè non scegliere un filo conduttore da poter utilizzare anche per inviti e decorazioni così da rendere il tutto più personale?

mare,sport,personaggi dei fumetti o dei cartoni . . .

Guestbook

E’ sempre un bel ricordo leggere gli auguri o i pensieri che parenti e amici lasciano il giorno della cerimonia.

Anche per il guestbook potrete seguire il tema (ad esempio se scegliete il calcio potrete fare un guestbook a forma di pallone).

Regali fatti a mano

Un regalo fatto a mano può non essere sempre apprezzato, ma chi lo realizza ha messo più passione ed impegno (e spesso ha anche speso di più) di chi compra qualcosa nei negozi.

Ecco un’idea carina per un piccolo regalo per la mamma,per la collega, per la vicina . .. Un vasetto decorato con piantina.

Questo regalo è altamente personalizzabile dalla decorazione del vaso alla pianta/fiore che si sceglie.

 

Occorrente

– vaso di coccio o alluminio
– vernice
– protettore
– decorazioni varie
– terriccio
– pianta
– cannuccia
– cartoncino

Tempo di lavorazione : 2 giorni (per asciugatura vernice)

 

Come si realizza?

Prendete un vaso di coccio o di alluminio.

Se volete date una mano di vernice coprente.
Decorate basandovi sui gusti della persona che riceverà il regalo.
Date una mano di protettore (anche una semplice lacca per capelli andrà bene).
Una volta decorato il vasetto potrete passare ad interrare la pianta scelta.
Adesso non vi basta che incollare un piccolo cartoncino a cui avrete dato la forma desiderata e scrivere un messaggio o il nome della pianta.
Il vaso è pronto per essere consegnato!

Vi lascio alcuni spunti